Diritti

Riconoscere pari opportunità e fruizione dei diritti agli immigrati è ancora oggi una questione aperta. Sono numerosi i fattori che ostacolano una piena uguaglianza fra cittadini stranieri e non nell’accesso ai servizi, alle agevolazioni pubbliche garantite alla popolazione indigente, all’alloggio, al lavoro. La discriminazione su base razziale, diretta o indiretta, intesa come trattamento meno favorevole subito da una persona rispetto ad un’altra a causa della sua razza o origine etnica, è ancora oggi molto diffusa in Italia. Atteggiamenti e atti discriminatori sono praticati più o meno consapevolmente sia dall’opinione pubblica che dalle stesse istituzioni. Per questo il lavoro di contrasto alla discriminazione di Cidis Onlus è trasversale ad ogni ambito di intervento, ma si sostanzia anche in attività specifiche quali:

- campagne di sensibilizzazione e di informazione per combattere la discriminazione razziale e promuovere le pari opportunità tra la popolazione autoctona e quella migrante;

– creazione di reti di supporto e contrasto alla discriminazione insieme ad enti locali, associazioni territoriali ed altri stakeholder;

– promozione di azioni positive finalizzate alla promozione delle pari opportunità;

- formazione specifica degli operatori dei servizi pubblici;

- indagini e ricerche sul fenomeno della discriminazione razziale e sulla sua percezione da parte della cittadinanza immigrata;

- supporto alle vittime di discriminazione razziale attraverso gli sportelli di Cidis Onlus attivi nei vari territori.

~ ~ ~

Gli Articoli più recenti di questa Categoria…