PROGETTO M.I.A.

Logo Mia

La presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari opportunità, nell’ambito dei Progetti volti a migliorare le capacità di presa in carico delle donne migranti anche di seconda generazione incluse le donne rifugiate vittime di violenza e di pratiche lesive ha finanziato il progetto M.I.A.(Modellizzazione di percorsi di Integrazione e Accoglienza per donne migranti vittime di violenza), della durata di 18 mesi e ad insistere sulle Province di Napoli e Caserta

A copofila del progetto l’Associazione di promozione sociale Le Kassandre in partenariato con  Cidis Onlus, DSU Università Federico II di Napoli, Cooperativa PMI Consulting.

Finalità:

Contribuire alla costruzione di un modello di accoglienza, presa in carico e accompagnamento delle donne migranti vittime di violenza e di pratiche lesive ospiti dei centri di accoglienza, attraverso i seguenti obiettivi specifici:

  • Favorire l’elaborazione da parte delle donne target del proprio vissuto e la presa di consapevolezza delle proprie risorse e capacità;
  • Promuovere l’empowerment e l’autonomia attraverso la costruzione di percorsi di integrazione sociale specifici;
  • Favorire il lavoro di rete tra le associazioni e gli enti territoriali coinvolti nel fenomeno promuovendo occasioni di riflessione, analisi e rielaborazione relativamente alla cultura della differenza;
  • Definire buone prassi e linee guida utili alle operatrici e alle figure professionali coinvolte nell’accoglienza e nella presa in carico di donne migranti e/o rifugiate vittime di violenza che dia continuità al modello

Destinatarie

Donne  richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, vittime di violenza e pratiche lesive ospiti nei centri di accoglienza che risiedono nella provincia di Napoli e Caserta

Attività:

  • Group Links: organizzazione di gruppi di ascolto e sostegno che coinvolgano un totale di 50 donne finalizzati al riconoscimento e all’elaborazione del proprio vissuto di violenza;
  • Spazio di riappropriazione e progettazione identitaria in cui viene offerto un servizio di ascolto, supporto e accompagnamento individuale in ambito psicologico e legale finalizzato allo sviluppo consapevole del proprio progetto migratorio;
  • Laboratorio di consapevolezza corporea: attività di educazione alla sessualità/affettività finalizzato a migliorare la conoscenza del proprio corpo sia dal punto di vista anatomico e funzionale che da quello simbolico ovvero attinente a bisogni, desideri e relazioni sociali;
  • Laboratorio di microlingua
  • Percorsi di cittadinanza attiva intercultura
  • Sessioni di sviluppo di keycompetence europee per l’occupabilità

VOLANTINO DI PROGETTO

Per informazioni contattare gcurati@cidisonlus.org