Salute & Intercultura: “aspetti generali e focus sulle Mutilazioni Genitali Femminili”

yy

 

“Salute e Intercultura: Aspetti generali e focus sulle Mutilazioni Genitali Femminili” è il titolo del percorso formativo gratuito, organizzato da Cidis Onlus nell’ambito del Progetto Puzzle, finanziato dal fondo FAMI con capofila la Prefettura di Perugia.

A seguito dell’aumento dei flussi migratori, il nostro territorio ha accolto uomini e donne portatrici di culture e tradizioni proprie che ci sollecitano ad affrontare problematiche nuove, in un’ottica di integrazione. Le sfide che si pongono non sono solo linguistiche, ma di sensibilità e di approccio, soprattutto in un settore come quello socio-sanitario. Il percorso formativo proposto si articola in due giornate formative, ed intende porre l’attenzione su due temi centrali nell’ambito della salute e dell’intercultura.

Nella prima giornata formativa (Mercoledì 27 febbraio) si affronta il tema della comunicazione dal punto di vista dell’incontro medico-paziente, prendendo in considerazione gli aspetti principali della comunicazione, ed elementi di vicinanza e di distanza sociolinguistica e culturale tra popolazione immigrata ed operatori sanitari.

Il secondo (Venerdì 1 marzo) incontro invece, approfondisce il tema delle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF), fenomeno che risulta ancora per la maggior parte poco conosciuto. Il percorso, attraverso il contributo di esperti del settore, propone l’approccio alla problematica specifica nella complessità delle sue manifestazioni, tenendo conto degli aspetti sanitari, antropologici, legali e di quelli legati alla mediazione culturale.

Il corso si svolgerà presso la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica – Loc. Pila (PG).

Destinatari

Il percorso formativo si rivolge a tutte le persone che, a diverso titolo, operano nei servizi pubblici e privati dedicati alla prima e seconda accoglienza dei richiedenti asilo e protezione internazionale.

Per iscriversi:

Compilare la  scheda partecipazione e inviarla a:  eseverini@cidisonlus.org entro il giorno 25 Febbraio 2019.

Percorso Formativo Salute e Intercultura – progetto Puzzle

Ecco un intervento del mediatore culturale Abderamane Berthet, una testimonianza diretta del suo intervento di mediazione con donne vittime di Mutilazioni Genitali Femminili (MFG).

 
 
* Il progetto PUZZLE nasce dalla volontà di potenziare ed ottimizzare il sistema regionale di prima accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e di promuovere e facilitare processi di integrazione dei richiedenti e dei titolari di protezione Internazionale. Realizzato per garantire il miglioramento ed il rafforzamento delle competenze del personale del network pubblico, degli operatori del sistema di accoglienza ed il complessivo sviluppo qualitativo dei servizi offerti, PUZZLE è un progetto di capacity building finanziato dal Fondo Europeo Migrazione e Integrazione 2014-2020, sviluppato in partnership con Anci, A.S.L. 2, Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica e soggetti del
privato sociale, con l’adesione della Prefettura di Terni, della Regione Umbria e della Usl Umbria 1.