VAI – Volunteering among immigrants

Il progetto tenta di dare una risposta alla domanda centrale “Come può il volontariato tra i migranti essere meglio utilizzato per rafforzare la partecipazione dei cittadini di paesi terzi nella società?”

Molti stati europei hanno già riconosciuto il volontariato come strumento di integrazione e si sono impegnati a promuoverlo introducendo misure per sollecitare il volontario tra la popolazione migrante. Migrazione, integrazione e volontariato, sono temi al centro del dibattito pubblico e politico a livello europeo. VAI si impegna a rafforzare il legame tra questi temi, promuovendo nuovi modi di fare volontariato tra migranti, puntando sulla rimozione degli ostacoli e facendo forza sui fattori di integrazione sociale. Il progetto intende anche rafforzare le reti e lo scambio di esperienze nell’ambito del volontariato tra i migranti, soprattutto in ambito europeo.

Con un partenariato di 4 paesi diversi, Italia e Grecia, che rappresentano porte di accesso all’Europa, e paesi tradizionali di destinazione per gli immigrati, come Austria e Germania. Tre partner rappresentano il mondo accademico, una organizzazione il mondo del volontariato, un’amministrazione locale, due organizzazioni non governative attive nel settore dell’immigrazione, una organizzazione con immigrati; un’associazione culturale per la tutela dei diritti delle minoranze e una stazione radio.

 

Attività

Ricerche sul volontariato su scala nazionale

L’attività ha l’obiettivo di analizzare il volontariato e la gestione del volontariato considerando dei casi studio in ciascuno dei paesi coinvolti. La ricerca esamina le ragioni che spingono le persone ad impegnarsi nel volontariato, in particolare rispetto alle questioni che coinvolgono i migranti, sia in maniera autonoma sia attraverso organizzazioni non governative o di volontariato. La ricerca, che ha l’obiettivo quello di comprendere i benefici e i costi del volontariato, coinvolgerà  degli immigrati che supporteranno l’individuazione contesti di buone pratiche.

 

Capacity building nella comunità di accoglienza

Con questa attività si intende supportare i migranti, volontari già sperimentati e potenziali, a proporsi ed identificarsi come tali, e le organizzazioni non governative nel coinvolgere i migranti nelle loro attività di volontariato. Il più importante risultato di questa attività sarà quello di ampliare la partecipazione dei cittadini di paesi terzi all’interno del volontariato.

 

Creare opportunità di volontariato

Per incoraggiare le buone pratiche e supportare gli immigrati a coinvolgersi con un impegno a lungo termine nell’ambito del volontariato, il progetto realizzerà diverse attività per creare delle opportunità per i cittadini di paesi terzi di fare volontariato soprattutto nelle proprie comunità locali di accoglienza. Verrà pertanto organizzata una rete di attori coinvolti nell’ambito del volontariato e si produrrà un piano strategico per il coinvolgimento della popolazione immigrata in azioni di volontariato. Per stimolare gli attori locali i partner saranno promotori di quattro azioni pilota.

 

Il progetto avviatosi a gennaio 2018, si concluderà a dicembre 2019.

 

Informazioni dettagliate a http://www.vai-project.eu/it/

This project is funded by the European Union’s Asylum, Migration and Integration Fund