Cassano festeggia l’accoglienza

Il Mar’habaFest a Cassano All’Ionio anche quest’anno ci ha regalato grandi emozioni: tutta la cittadinanza si è stretta intorno ai temi dell’accoglienza e dell’intercultura, ascoltando canti popolari, osservando le danze dal mondo, guardando documentari internazionali e mangiando prelibatezze etniche. Ma soprattutto, dando ancora una volta il benvenuto ai nuovi ospiti arrivati nel cosentino. A seguire ìl reportage dello staff calabrese.

Venerdì 30 settembre 2016 lo SPRAR di Cassano All’Ionio, gestito da Cidis Onlus, ha organizzato il Mar’habaFest: giornata dedicata al dialogo e allo scambio culturale. Grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale e alla Diocesi di Cassano All’Ionio, L’associazione culturale multietnica “La Kasbah”, L’Associazione Speleologica Liocorno e l’Agesci di Cassano All’Ionio, la manifestazione è stata densa di contenuti e proposte.

Alle 18, l’apertura dell’evento sul palcoscenico del Teatro Comunale con le “Tradizioni dal mondo” a cura della scuola di ballo Spiral Movement, introdotta da Ibrahim, beneficiario del progetto SPRAR di Cassano All’Ionio.
A seguire, la proiezione del documentario Redemption Song è stata introdotta dal produttore Alessandro Gordano che ha portato i saluti della regista Cristina Mantis, originaria di Cassano All’Ionio. Il film è stato patrocinato da Amnesty International ed ha di recente vinto il premio Rai Cinema al Festival Visioni dal Mondo.

Ospiti della serata il Vescovo della Diocesi di Cassano All’Ionio Mons. Francesco Savino, sempre vicino ed attento alla tematica dell’accoglienza; l’Assessore alle Politiche Sociali Alessandra Oriolo alla quale è stata consegnata una targa “Cassano All’Ionio città dell’accoglienza” per ringraziare l’Amministrazione Comunale dell’ospitalità e lo scrittore di Italiani razzisti perbene Maurizio Alfano, che ha posto l’accento sulle migrazioni come opportunità e non come minaccia per il futuro.

Debora La Rocca, referente territoriale di Cidis in Calabria, ha poi invitato gli ospiti ed i partecipanti ad assistere al percorso sensoriale Il viaggio nella grotta “Vuccucciarda”, dove sono state ripercorse le tappe e gli stati d’animo dei ragazzi arrivati dal mare.

In Piazza Sandro Pertini, dalle 18, i bambini sono stati coinvolti dal gruppo scout di Cassano All’Ionio in giochi e danze alla scoperta delle culture del mondo. Facevano da cornice alla piazza la mostra di fotografia L’accoglienza che ci piace a cura di Cidis Onlus, i fumetti di Paolo Castaldi Nuvole migranti. Comunicare la Migrazione a cura dello SPRAR Terraferma di Trebisacce, gli stand di riciclo creativo e di sartoria sociale con oggetti creati durante le ore laboratoriali dai ragazzi del progetto SPRAR di Cassano All’Ionio.

La giornata ha visto la partecipazione di bambini giovani e adulti: i fornelli di cucine dal mondo hanno offerto la degustazione delle piadine farcite con falafel fritti al momento, salsa tzatziki e babaganoush (crema a base di polpa di melanzane tipica del medio oriente); tutti per una sera si sono sentiti “cittadini del mondo” grazie alla musica dal vivo dei Kidida.

Ringraziamo tutti i partecipanti e le istituzioni. Che abbia inizio un’avventura di accoglienza ancora più grande!

 

Foto di Francesco Delia (Coolframe)