#COSTRUIAMOFUTURO

Sfide e prospettive per l’inclusione sociale dei Giovani Migranti Soli

Giovedì 9 e Venerdì 10 GIUGNO 2022

Città dell’Altra Economia – Largo Dino Frisullo, ROMA

CostruiamoFuturo è un’iniziativa che nasce con l’intento di condividere conoscenze relative alle buone pratiche di accoglienza e d’inclusione dei Giovani Migranti Soli a livello nazionale ed europeo, e di promuovere modelli di intervento a misura di ragazzo per la presa in carico dei minori, affinché possa diventare pratica quotidiana nei diversi territori di intervento.

#CostruiamoFuturo offrirà opportunità di analisi, formazione e condivisione per individuare elementi qualificanti e aprire un confronto con i tanti stakehloders, coinvolti nella presa in carico dei Giovani Migranti Soli, al fine di elaborare linee guida e costruire nuove prospettive su cui investire nel prossimo futuro. Contribuisci anche tu a costruire un futuro possibile!

Se sei un Operatore del pubblico e del privato sociale iscriviti e partecipa ai WORKSHOP o ai LABORATORI. Se sei una Comunità alloggio o un progetto di accoglienza facilita il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei Giovani Migranti Soli ai LABORATORI. I laboratori sono aperti a tutti i cittadini e cittadine interessate a cimentarsi in varie forme di arte insieme ai minori giunti in Italia soli! Se sei un’organizzazione del privato sociale iscrivi la tua realtà e racconta il tuo lavoro in uno stand dedicato che ti sarà messo a disposizione!

Contribuisci anche tu a costruire un futuro possibile!

Per partecipare compila il google form: https://forms.gle/4SkA6mcPfczsyqq3A#

Il programma di #COSTRUIAMOFUTURO

Accoglienza e integrazione: percorsi condivisi per un’inclusione possibile

Martedì a Castrovillari, in occasione della giornata mondiale del migrante e del rifugiato, presso il Castello Aragonese in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e C.S.C. Credito Senza Confini si è tenuto l’evento “Accoglienza e Integrazione: percorsi condivisi per un’inclusione possibile”.

Un pomeriggio per dialogare e condividere percorsi di convivenza in cui ciascuno ha dato voce alle proprie esperienze per superare antichi pregiudizi e dare vita ad un nuovo e più rispettoso modo di stare assieme.

Un dibattito ha facilitato l’incontro tra realtà sociali attive sul territorio e cittadini! Ad introdurre la giornata Houda Bouiry, coordinatrice del progetto SAI di Castrovillari per Cidis, che ha illustrato i servizi offerti dal progetto e i diritti dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Nicoletta Bellizzi, ha moderato l’intervento dei relatori introducendo il Sindaco Domenico Lo Polito e la consigliera alle pari opportunità Pina Grillo che hanno dato testimonianza del loro impegno nell’accoglienza dal 2016 e di come siano importanti le sinergie tra gli attori coinvolti in questo processo per l’inclusione dei cittadini stranieri. Leonardo Cirigliano, Direttore dell’Ufficio Migrantes della Diocesi di Cassano All’Ionio ha portato la testimonianza delle azioni concrete messe in campo in risposta alle sfide che le migrazioni contemporanee impongono. Maurizio Alfano, ricercatore ed attivista per i diritti umani, ci ha ricordato che le migrazioni non si possono fermare e che è solo la natura che impone dei confini che dividono ciò che per stessa natura nasce per stare unito: il genere umano. A seguire, la testimonianza di un beneficiario afgano accolto nel progetto di accoglienza di Castrovillari.

Tanti gli interventi di docenti, operatori del settore e cittadini che hanno arricchito il dibattito con uno scambio di opinioni ponendo le basi per collaborazioni future.

Nel primo pomeriggio, per i più piccoli il bibliocamper, a cura di C.S.C., ha promosso letture per bambini e bambine.

La serata si è conclusa con la proiezione del docu-film “Io sto con la sposa”, promossa da C.S.C. Credito Senza Confini nell’ambito del progetto FAMI Lingua Migrante 2, un road movie da Milano a Stoccolma prodotto da ZaLab con personaggi reali alla ricerca della terra promessa che intraprendono un viaggio alla ricerca della felicità. Tutti spinti dalla speranza e dalla falsa illusione di trovare il sogno di una vita più facile, una volta oltrepassato il mare. Un film che aiuta a capire desideri e sogni dei migranti e del loro progetto migratorio.

Caserta è di chi la abita

Cidis invita i cittadini e le cittadine casertane ad un incontro di partecipazione sociale per parlare di accoglienza e di impegno civico! Una giornata di sensibilizzazione per scoprire chi sono i migranti soli e come supportarli nel loro percorso di crescita e sulle forme di volontariato come strumento di protagonismo attivo e veicolo di solidarietà tra persone che provengono da diversi paesi e di diverse età!

L’appuntamento è per giovedì 29 luglio, dalle 17.30 alle 19.30 presso Villa Giaquinto, spazio verde pubblico oggetto di un patto di collaborazione tra Comune e il locale Comitato di quartiere.

Verranno presentate le attività di Cidis in favore dei minori stranieri non accompagnati, nello specifico il progetto di accoglienza SAI MSNA e le opportunità date dalle varie forme di affido familiare.

Una visione della città come luogo “di tutti” passa anche per la condivisione delle esperienze cittadine di volontariato, che sostengono la rete di socialità locale e aiutano la conoscenza tra persone diverse, unite da intenti solidali.

Cidis ringrazia per il contributo alla buona riuscita dell’evento: FISH Campania – Comitato Città Viva- Comitato Villa Giaquinto – LIPU Caserta – RAIN ArciGay Caserta.

Per informazioni: 0823/444637 e caserta@cidisonlus.org

COME-IN Comunicare Mediare Includere

Il progetto COME-IN, COmunicare MEdiare INcludere è finanziato con Fondo Europeo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 obiettivo specifico 2.Integrazione / Migrazione legale, Obiettivo nazionale ON 3 – Circolare Prefetture 2019 – IV Sportello.

Capofila la Prefettura di Perugia in partnership con l’Università per gli Stranieri di Perugia e CIDIS. L’obiettivo del progetto è quello di rafforzare la governance multilivello degli interventi rivolti alla popolazione straniera, migliorando le capacità dei servizi prefettizi e degli operatori pubblici di rispondere alle richieste e ai fabbisogni dell’utenza.

Nell’ambito del progetto COME-IN, Cidis supporta il personale prefettizio attraverso un servizio di mediazione culturale e di facilitazione linguistica a chiamata e con presenza fissa, diretto a potenziare le competenze del personale operante nel sistema di governance territoriale dell’immigrazione. Offre la presenza di operatori interculturali in affiancamento al personale impiegato presso gli Sportelli e Uffici della Questura e della Prefettura con utenza straniera.

Si occupa di realizzare la riorganizzazione dei servizi degli uffici prefettizi in chiave interculturale secondo la metodologia del Service Design.

Per informazioni contattare: Annagrazia Faraca / afaraca@cidisonlus.org

Dal SIPROIMI di Mugnano un video per celebrare le “Rifugiate donne forti”

rifugiate-donne-forti

“Amare qualcuno significa volerlo conoscere. E più impareremo a conoscerci, meglio riusciremo a riconoscere, e perfino a integrare nella nostra vita immaginativa le mille differenze che sono sempre state utilizzate come dei cunei per separarci. Così che l’esperienza di tutte le donne ovunque diventi, in un certo senso, un nostro bene comune, un’eredità da trasmettere le une alle altre, la consapevolezza di che cosa ha significato essere donna, una donna in questo mondo di uomini.“ —  Kate Millett

Realizzato dal Siproimi di Mugnano di Napoli, gestito da Cidis Onlus e Cooperativa Lilliput, Rifugiate donne forti è il video che, attraverso il racconto diretto dell’esperienza di migrazione delle stesse ragazze, tenta di sensibilizzare la cittadinanza a superare stereotipi e conoscere meglio le ospiti in accoglienza, donne forti e piene di risorse. 

L’iniziativa nasce in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato in risposta ed eventi spiacevoli che si sono verificati nell’ultimo periodo nel Comune di Mugnano dove sono accolte le donne rifugiate. Le protagoniste del video parlano di di Mugnano come di un posto accogliente dove vivono persone buone e disponibili. Anche dopo aver vissuto questi episodi le ragazze “adesso sono forti”, vogliono lottare contro tutte le forme di discriminazione e non nascondersi più da nessuno.

Rifugiate donne forti racconta il grande coraggio di queste donne che hanno saputo combattere per portare avanti le proprie idee e la resilienza che le contraddistingue. Il volti delle donne in video diventano testimonial della lotta ai diritti e a tutte le forme di discriminazione per affermare una logica egualitaria nel rispetto della dignità di ogni essere umano! Un coraggio quello delle donne guerriere che tutti dovrebbero prendere come esempio!

Rifugiate donne forti è stato realizzato nell’ambito delle attività di sensibilizzazione promosse dal Siproimi di Mugnano di Napoli, si ringraziano le protagoniste che hanno con generosità voluto condividere la loro storia.

Buona visione!

Per saperne di più visita la pagina: http://www.stranieriincampania.it/new/rifugiate-donne-forti/

Apri le porte di casa tua, accogli un ragazzo!

Chi ospita in casa un ragazzo straniero neo-maggiorenne ha l’opportunità di conoscere una nuova cultura, diventare un cittadino più consapevole e allo stesso tempo di aiutare giovani arrivati in Italia come minori soli nel percorso verso l’autonomia e l’età adulta. Vivere con delle persone del posto è infatti il modo migliore per entrare a far parte di una comunità e conoscere più velocemente il contesto sociale e culturale del Paese ospitante.

Ecco le belle esperienze nate nell’ambito del progetto MAI PIU’ SOLI, che Cidis ha promosso:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
http://www.stranieriincampania.it/new/lamin-francesco-e-gilda/

IMG_0178-1
http://www.stranieriincampania.it/new/mai-piu-soli-la-storia-di-bakary-e-agostino/

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
http://www.stranieriincampania.it/new/oltre-le-posizioni-di-comodo-lesperienza-di-accoglienza-di-anna-e-alessandro/

Mussa - Stranieriincampania.it
http://www.stranieriincampania.it/new/la-vita-puo-cambiare-in-ogni-momento-la-storia-di-musa/

noufu
http://www.stranieriincampania.it/new/storie-di-straordinaria-accoglienza-lesperienza-di-maria-antonietta-serino/

SE VUOI ACCOGLIERE ANCHE TU UN GIOVANE STRANIERO, CONTATTA CIDIS accoglienzaminori@cidisonlus.org – cell.3385387403

MANIFESTOsostegnoneomaggiorenniOK