GUIDA MULTILINGUE PER MUOVERE I PRIMI PASSI NEL MONDO DEL LAVORO

Guida informativa multilingue per l’accesso ai servizi territoriali per il lavoro
come ì attività d’inserimento socio-lavorativo previste dal progetto “LIFE: Lavoro, Integrazione, Formazione, Empowerment”.

La guida è il risultato diretto di un laboratorio promosso da Cidis che ha visto un ampio confronto sul tema del lavoro
tra migranti di diverse nazionalità, fasce di età e percorsi di migrazione, coinvolgendo sia chi ha già avuto esperienze lavorative che chi si affaccia per la prima volta al mondo del lavoro.
Uno strumento utile per richiedenti asilo, titolari di protezione internazionale, donne arrivate in Italia per ricongiungimento familiare e minori stranieri arrivati soli che hanno scelto di vivere nella Regione Umbria
e che per questo si debbono misurare con l’esperienza dell’inserimento lavorativo.
SCARICA LA VERSIONE CHE VUOI UTILIZZARE

GUIDA IN ITALIANO

GUIDA IN INGLESE

GUIDA IN FRANCESE

RIACS / WORKBOOKS SETTORIALI PER IL LAVORO

L’utilità e la necessità sono motori fondamentali nell’apprendimento della lingua. Da questo assunto, nell’ambito del progetto europeo RIAC- Regional integration accelerator– finalizzato ad una rapida e sostenibile integrazione socio-lavorativa di rifugiati e richiedenti asilo, sono stati realizzati 4 workbook per facilitare l’apprendimento della lingua del lavoro. I settori presi in considerazione sono stati tre settori trainanti dell’economia locale (Turismo&Ristorazione, Tessile e Agricoltura) e quello dei diritti e doveri dei lavoratori.

I contenuti dei workbook sono stati definiti da docenti L2 CIDIS per supportare al meglio gli apprendenti nel potenziamento linguistico e nell’inserimento lavorativo con in mente le aziende, i mentor’s , i tutor aziendali.

WORKBOOK AGRICOLTURA

WORKBOOK TURISMO RISTORAZIONE

WORKBOOK TESSILE

WORKBOOK DIRITTI E DOVERI DEL LAVORATORI

RIACS ISTRUZIONI PER L‘USO

7 PILASTRI PER UNA RAPIDA E SOSTENIBILE INTEGRAZIONE DI RIFUGIATI E RICHIEDENTI ASILO NEL MERCATO DEL LAVORO

RIACs – Istruzioni per l’uso, realizzato da Cidis onlus nell’ambito progetto RIAC “Regional Integration Accelerators“, vuole proporsi come un contenitore di suggerimenti per tutti gli attori pubblici e privati (imprenditori, ONG, Associazioni, Servizi per l’Impiego, Istituzioni) interessati a promuovere l’integrazione socio-lavorativa ed il placement dei richiedenti asilo e rifugiati attraverso l’ attivazione di Acceleratori regionali d’integrazione (RIACs).

I RIACs sono piccole, chiare e pratiche unità finalizzate a facilitare e velocizzare l’integrazione socio economica dei richiedenti asilo e rifugiati attraverso l’attivazione di percorsi personalizzati che tengano in considerazione tanto le aspirazioni personali quanto le esigenze del mercato di riferimento.

Nella realizzazione dei RIACs c’è ampia possibilità di manovra. Ognuno di questi interventi, affinché sia efficace, deve essere basato su 7 pilastri che ne rappresentano la struttura portante e gli elementi qualificanti.

I pilastri devono essere considerati principi cardine da modulare ed adattare sulla base dei contesti economici e sociali nei quali si interviene e delle esigenze dei gruppi di partecipanti con I quali si intende avviare l’accelerazione.

RIACs Istruzioni per l’uso è disponibile e scaricabile in Italiano Inglese, Tedesco Inglese, Turco Inglese e Danese Inglese

IMPACT UMBRIA

testa

LOGO-IMPACTg

IMPACT: il nuovo progetto per l’Umbria sempre più inclusiva

“IMPACT UMBRIA – Integrazione dei Migranti con Politiche e Azioni Co-progettate sul Territorio”: è questo il nuovo progetto che vede Regione Umbria capofila, in partenariato con ABN A&B Network Sociale, Anci Umbria, Aris Formazione e Ricerca, Cidis Onlus, CSC Cooperativa Sociale, Frontiera Lavoro, Tamat, UNC Umbria.

Le azioni previste dal progetto si dividono in quattro azioni, ognuna incidente su:

 

SCUOLA, con azioni orientate all’empowerment:

– di sistema, per i docenti (formazione e aggiornamento, mediazione a chiamata, consulenza per la progettazione; fornitura di nuovi materiali didattici; apertura di sportelli NAI – Neo Arrivati in Italia)

– degli allievi, attraverso attività di laboratorio (di italiano L2; disciplinari, per gli alunni inseriti da meno di 5 anni; di metodo di studio; dieducazione alla cittadinanza e alla diversità; sperimentali, per la scuola dell’infanzia) e postazioni di co-studying per i ragazzi residenti in centri periferici;

– delle famiglie, con servizi di sportello itinerante (per l’informazione e l’orientamento) e di mediazione a chiamata, e laboratori informatici per i genitori immigrati.

 

SERVIZI: attività di sensibilizzazione, informazione e mediazione rivolte ai migranti (attraverso gli sportelli di immigrazione PUA, i PUA specialistici per i servizi UEPE e USSM, e gli sportelli per la creazione di impresa), oltre ad attività per l’aggiornamento dei mediatori culturali e linguistici e di aggiornamento interculturale per gli operatori del sociale.

 

COMUNICAZIONE: in continuità con il progetto MULTI-AZIONE degli scorsi anni, continuerà l’impegno per comunicare l’integrazione positiva degli immigrati in Umbria, con il portale Umbriaintegra e BlogNIÙ (e i rispettivi canali social). Sempre riguardo il campo della comunicazione, i due progetti saranno affiancati da UMBRIAINTOUR, una nuova iniziativa di sensibilizzazione itinerante per la Regione.

 

RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI: il progetto punta molto sulla partecipazione attiva dei migranti, attraverso le associazioni che li rappresentano. In questo quadro, sono previste attività di Networking e community involvement (con l’estensione del protocollo ANCI associazionismo migrante e l’aggiornamento della mappatura dell’associazionismo, e a livello territoriale con laboratori di rigenerazione umana e animazione con i migranti) nonché di Capacity building delle stesse associazioni (con attività di cooperative building, l’apertura di sportelli informativi delle associazioni, corsi per l’insegnamento di lingue veicolari ed etniche), anche attraverso la loro partecipazione attiva a UMBRIAINTOUR.

 

SCARICA IL PROMOZIONALE

 

Su Umbriaintegra e su Facebook potrete trovare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sugli appuntamenti e sugli eventi del progetto… stay tuned!

bottom

Nuovo vademecum sulla comunicazione interculturale per operatori pubblici

sirc

“Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo”

foto2

 

Vademecum sulla Comunicazione Interculturale per operatori dei servizi socio-sanitari e operatori di pubblica sicurezza nella Regione Campania. 

Realizzati da Cidis onlus all’interno del progetto SIRC – Servizi  Interculturali Regione Campania, che attraverso le attività di  mediazione linguistico-culturale, interventi di sensibilizzazione,  formazione e service-design interculturale, ha voluto supportare nel  loro lavoro gli operatori pubblici che si confrontano quotidianamente con persone di lingue e culture differenti.

I vademecum contengono princìpi, strumenti e strategie per una comunicazione di  scambio ed interazione tra l’operatore e l’utente, al fine di eliminare le  barriere ed i pregiudizi.

Versioni in PDF Vademecum sulla comunicazione interculturale per operatori di pubblica sicurezza / Vademecum sulla comunicazione interculturale per operatori socio-sanitari.

Copia cartacea disponibile presso la sede Cidis Napoli, Via Torino 30 aperta al pubblico il lun-mar-merc dalle 15  alle 17.

Per informazioni mediazionecampania@cidisonlus.org