Umbria – Calabria – Campania: iscrizioni aperte ai percorsi formativi rivolti agli operatori dei servizi dedicati ai MSNA


In Calabria, Umbria e Campania sono ancora aperte le iscrizioni ai PERCORSI FORMATIVI, ON LINE ed IN PRESENZA a PARTECIPAZIONE GRATUITA, programmati nell’ambito del progetto Cantiere Futuro finanziato dai fondi FAMI (2014-2020), PER FAVORIRE LA PIENA INTEGRAZIONE DEI GIOVANI MIGRANTI SOLI

Informazioni sul Percorso formativo in CALABRIA:
https://cidisonlus.org/percorso-formativo-per-la-piena-integrazione-dei-giovani-migranti-soli/

Informazioni sul Percorso formativo in UMBRIA
https://cidisonlus.org/due-percorsi-formativi-per-favorire-la-piena-integrazione-dei-giovani-migranti-soli-appuntamenti-on-line-partecipazione-gratuita/

Informazioni sui Percorsi formativi in CAMPANIA (in presenza):

https://cidisonlus.org/campania-formazioni-in-presenza-sul-sistema-di-accoglienza-e-di-inclusione-dei-giovani-migranti-soli/

DUE PERCORSI FORMATIVI PER FAVORIRE LA PIENA INTEGRAZIONE DEI GIOVANI MIGRANTI SOLI – APPUNTAMENTI ON LINE – PARTECIPAZIONE GRATUITA

Sono aperte le iscrizioni ai due percorsi formativi rivolti agli operatori dei servizi dedicati ai MSNA in Umbria nell’ambito del progetto Cantiere Futuro finanziato dai fondi FAMI (2014-2020).

I corsi intendono:

  • condividere la diffusione di un modello di accoglienza dei giovani migranti soli capace di integrare tutti i soggetti coinvolti in tale processo (msna e neomaggiorenni, soggetti pubblici e del privato sociali, comunità territoriali);}
  • fornire agli operatori (pubblici e del privato sociale) occasioni di confronto per costruire un linguaggio e un frame metodologico comune; aiutare gli operatori interessati a costruire interventi in grado di valorizzare la conoscenza di buone pratiche e la capacità di lettura di vincoli e opportunità specifici del territorio.

I percorsi (interamente gratuiti) sono articolati in due edizioni da 30 ore ciascuna e si terranno in modalità online su piattaforma zoom: la prima edizione si svolgerà dal 25 ottobre al 25 novembre 2021, la seconda edizione dal 9 novembre al 10 dicembre 2021.

I due percorsi formativi sono stati accreditati dal CROAS UMBRIA per un totale di 30 crediti formativi ciascuno.

Iscrizioni tramite Google Form con documento di identità allegato.

Per partecipare al percorso dal 25 ottobre al 25 novembre compilare il modulo d’iscrizione al link:
https://forms.gle/qKJc6bfSQcxQvi5N7

Per partecipare al percorso dal 9 novembre al 10 dicembre compilare il modulo d’iscrizione al link:
https://forms.gle/dnR9WZFnrWnfQhrF8

Per informazioni: tel. 0755720895 – snecoechea@cidisonlus.org

I programma dei due percorsi formativi:

EDIZIONE DAL 25 OTTOBRE AL 25 NOVEMBRE 2021

EDIZIONE DAL 9 NOVEMBRE AL 10 DICEMBRE 2021

FA.B! Family Based care for children in migration

FA.B! Family Based care for children in migration è un progetto che mira a sostenere il rafforzamento e La diffusione del sistema alternativo di assistenza in famiglia per i minori stranieri arrivati soli, in 5 paesi europei: Italia, Grecia, Spagna, Malta e Cipro.

CIDIS è capofila del progetto, e coordina e supporta gli altri 5 partner in un azione transnazionale che coinvolge 6 partner, diversi attori tra professionisti, stakeholder, famiglie, volontari e società civile.

FA.B! mira anche a rafforzare le reti e migliorare le competenze dei diversi attori che si occupano di minori stranieri arrivati soli, fine di renderli in grado promuovere il benessere dei bambini.

Obiettivi:

– Ampliare l’uso dell’assistenza familiare/di affido per i bambini, per fornire un’assistenza adeguata, adattata ai loro bisogni individuali

– Dotare i tutori, professionisti e gli assistenti sociali con le conoscenze e le competenze per comprendere meglio le vulnerabilità dei bambini e per sviluppare relazioni di fiducia

– Migliorare la qualità dei sistemi di accoglienza nazionali e locali per i minori stranieri in 5 paesi europei

A lungo termine, l’impatto previsto del progetto FA.B! è quello di promuovere il sistema di accoglienza in famiglia, come il miglior sistema per l’accoglienza e per sostenere il benessere dei bambini che arrivano in Europa da soli.

Attività:

1.TRASFERIMENTO DI COMPETENZE E STRUMENTI PER L’IMPLEMENTAZIONE DI PRATICHE BASATE SULLA FAMIGLIA E SERVIZI SU MISURA                                                                                      

– Workshop transnazionali tra i partner del progetto per promuovere un sistema alternativo di accoglienza per i minori stranieri

– Creazione e adattamento di guide con strategie e strumenti, per implementare servizi di assistenza basati sull’accoglienza in famiglia

– Identificare i bisogni individuali dei minori per fornire servizi su misura e stimolare la loro partecipazione e promuovere il loro diritto di scelta nelle procedure riguardanti l’educazione, la cura e la protezione, la salute, ecc.

– Informare e responsabilizzare i bambini sui loro diritti e stimolare la loro partecipazione

2.MIGLIORARE LE COMPETENZE DEGLI ATTORI COINVOLTI NEI SISTEMI DI CURA ALTERNATIVI/NON ISTITUZIONALIZZATI

– Programmi di formazione per professionisti (personale, funzionari pubblici, responsabili dei servizi, assistenti sociali, tutori, educatori)

– Sessioni di apprendimento per famiglie affidatarie e persone interessate all’affido di minori stranieri

– Sessioni informative con i minori stranieri per informarli su ciò che il sistema di assistenza e affido in famiglia può offrire loro, cosa e chi incontreranno nel loro percorso di integrazione

3.AUMENTARE LA CONSAPEVOLEZZA NELLA SOCIETÀ CIVILE E CHIAMARE ALL’AZIONE

– Realizzazione di una campagna di comunicazione europea volta a coinvolgere la società civile, i soggetti pubblici interessati e i professionisti nell’intraprendere azioni per i minori stranieri e promuovere il sistema di assistenza in famiglia come la migliore alternativa alle strutture di accoglienza per i minori stranieri

4.MIGLIORAMENTO E QUALIFICAZIONE DEL SISTEMA LOCALE DI ASSISTENZA

– Tavoli rotonde che coinvolgono gli attori locali pubblici e privati direttamente impegnati nella cura e nell’integrazione dei minori stranieri

– Supporto e consulenza su richiesta per gli attori pubblici e privati a diretto contatto con i minori stranieri

– Incontri per sostenere le famiglie affidatarie e i volontari

– Laboratori di partecipazione-formazione rivolti ai minori stranieri per rafforzare le loro capacità di comunicazione, proattività e abilità interculturali

Il progetto si concluderà a fine 2022

Per maggiori informazioni si prega di contattare Valeria del Vasto presso la sede di Napoli:

CIDIS Onlus

Via Torino n. 30 – 80142 Napoli

Tel/fax 081.557.12.18 081/5549531 Email: napoli@cidisonlus.org

Apri le porte di casa tua, accogli un ragazzo!

Chi ospita in casa un ragazzo straniero neo-maggiorenne ha l’opportunità di conoscere una nuova cultura, diventare un cittadino più consapevole e allo stesso tempo di aiutare giovani arrivati in Italia come minori soli nel percorso verso l’autonomia e l’età adulta. Vivere con delle persone del posto è infatti il modo migliore per entrare a far parte di una comunità e conoscere più velocemente il contesto sociale e culturale del Paese ospitante.

Ecco le belle esperienze nate nell’ambito del progetto MAI PIU’ SOLI, che Cidis ha promosso:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
http://www.stranieriincampania.it/new/lamin-francesco-e-gilda/

IMG_0178-1
http://www.stranieriincampania.it/new/mai-piu-soli-la-storia-di-bakary-e-agostino/

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
http://www.stranieriincampania.it/new/oltre-le-posizioni-di-comodo-lesperienza-di-accoglienza-di-anna-e-alessandro/

Mussa - Stranieriincampania.it
http://www.stranieriincampania.it/new/la-vita-puo-cambiare-in-ogni-momento-la-storia-di-musa/

noufu
http://www.stranieriincampania.it/new/storie-di-straordinaria-accoglienza-lesperienza-di-maria-antonietta-serino/

SE VUOI ACCOGLIERE ANCHE TU UN GIOVANE STRANIERO, CONTATTA CIDIS accoglienzaminori@cidisonlus.org – cell.3385387403

MANIFESTOsostegnoneomaggiorenniOK

P.O.P.E.Y.E

      POPEYE FOREXA per sito

Chi siamo 

LA RADA Consorzio di Cooperative Sociali (capofila), Cidis Onlus, Comune di Salerno, CSC Credito Senza Confini Società Cooperativa Sociale, Mestieri Campania Agenzia per il lavoro e la Formazione, Comune di Salerno … e un’ampia rete territoriale di intervento.

Cosa vogliamo fare

Favorire l’inclusione sociale e relazionale dei minori stranieri non accompagnati e dei neomaggiorenni arrivati in Italia da soli presenti sul territorio campano attraverso la realizzazione di interventi multidimensionali di accompagnamento all’autonomia lavorativa e di vita. Attraverso:

CENTRI MULTICULTURALI «P.O.P.E.Y.E.»

I centri funzionano come veri e propri “acceleratori delle politiche di integrazione” guidando i MSNA e i Neomaggiorenni nella definizione e attivazione di percorsi individualizzati per il raggiungimento dell’autonomia.

Grazie alla presenza di personale specializzato e team tecnici, i giovani saranno accompagnati in percorsi multidimensionali di:

Accompagnamento al lavoro: per indirizzare i destinatari, sulla base dei fabbisogni espressi o individuati, ai Servizi offerti dal progetto sul territorio di riferimento elaborando un percorso individuale e condiviso per l’inclusione lavorativa. Verranno attivati: percorsi di orientamento (profiling e analisi dei fabbisogni), approfondimenti tematici della lingua italiana sul lavoro e diritti di cittadinanza, workshop formativi su key competences (comunicazione in lingue straniere, competenze digitali, imprenditorialità), percorsi formativi professionalizzanti (corsi per l’acquisizione di qualifica professionale nel settore turistico), tirocini formativi extra-curriculari;

Inclusione sociale e relazionale: favorire il miglioramento delle competenze mediante attività di protagonismo attivo utili alla definizione del personale progetto di vita mediante l’attivazione di: punto di accoglienza e ascolto, workshop narrativi, micro azioni partecipate (tornei di calcio, laboratori teatrali, storytelling, ecc.), voucher di partecipazione sociale per attività sportive, formative e culturali, orientamento legale, attivazione e promozione di incontri territoriali con la rete degli enti locali e del terzo settore impegnati nella prima e nella seconda accoglienza di MSNA e con associazioni sportive e culturali;

Autonomia abitativa: consolidare e rafforzare la rete dell’accoglienza del territorio campano, coinvolgendo anche i soggetti del mercato del lavoro locale e valorizzare il potenziale umano di cui sono portatori attraverso un servizio di intermediazione abitativa promuovendo varie opportunità alloggiative (accoglienza in famiglia, alloggio leggero, agenzia Au Pair Migrante).

Dove

CENTRO P.O.P.E.Y.E. SALERNO
c/o La Rada via Tanagro 12
tel. 0892583316
lunedì 15-19 mercoledì e venerdì 9.30-13.30
popeyesalerno@gmail.com
 
CENTRO P.O.P.E.Y.E. AVELLINO
c/o Mestieri Ag. Avellino – C.so V. Emanuele II 76
tel. 08251883656
mercoledì 15-19, venerdì 9.30-13.30
popeyeavellino@gmail.com
 
CENTRO P.O.P.E.Y.E. CASERTA
c/o CSC – C.so Trieste 257
tel. 0823444637
martedì e venerdì 9-13, giovedì 15-18
popeyecaserta@gmail.com
 
CENTRO P.O.P.E.Y.E. NAPOLI
c/o Cidis Onlus – Via Brun 1
tel. 0815922359
martedì e venerdì 9-13, giovedì 15-18
popeyenapoli@gmail.com
 
 

Contatti

Email: popeye@consorziolarada.it

Telefono: 0892583316

Il progetto P.O.P.E.Y.E. si inserisce nel quadro del programma europeo EPIM “Never Alone – Building our future with children and youth arriving in Europe”, un’iniziativa promossa da Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione CON IL SUD, Enel Cuore Onlus, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino,  Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Peppino Vismara e J.P.Morgan. Never Alone si inserisce nel programma europeo EPIM – European Programme on Integration and Migration, un’iniziativa congiunta di varie fondazioni europee che dal 2005 anni lavorano sui temi della migrazione in Europa. Per saperne di più visita il sito: https://minoristranieri-neveralone.it/

Una famiglia per Moussa

https://www.youtube.com/watch?v=jozr76q5DIA Mai più soli Intervista a Moussa e famiglia – YouTube 

Si chiama Moussa, viene dal Mali e, a causa del decreto sicurezza, rischiava di non avere più una casa. Ha frequentato la scuola media in Italia e ormai parla un italiano eccellente, ha 19 anni e l’hobby del calcio.

Al compimento del 18simo anno di età è stato costretto ad abbandonare il Centro di accoglienza straordinaria ed il ragazzo è stato accolto da Rita e Massimo e dal figlio Federico studente di scienze politiche all’Università di Perugia.

Moussa: “Sono stato salvato per la seconda volta. La prima è quando sono arrivato sano e salvo a Lampedusa. La seconda è ora: grazie all’aiuto di tante persone, sono riuscito a trovare una nuova famiglia, ad avere una nuova quotidianità”.

Massimo e Rita sono venuti a conoscenza del progetto Mai più soli e hanno partecipato al nostro corso di formazione per tutori volontari.

L’aver trovato una famiglia disposta ad ospitare Moussa permetterà al ragazzo di proseguire il suo percorso verso la piena autonomia.

Per la serie… Le belle storie che abbiamo da raccontare

Per informazioni sul progetto MAI PIU’ SOLI attivo in Veneto, Umbria, Lazio, Campania e Calabria accoglienzaminori@cidisonlus.org