SHAMIMA VA A SCUOLA

logoshamima2

Shamima va a scuola – Percorsi a sostegno dell’inserimento socio-culturale delle famiglie migranti in una scuola della periferia di Roma Est

Negli ultimi due anni la Tavola Valdese con i fondi dell0’8 per mille ha permesso a Cidis Onlus di lavorare con continuità nel contesto della periferia di Roma Est, a Centocelle, un territorio unico a Roma per la sua composizione demografica, posizione geografica e fabbisogno di interventi a sostegno delle famiglie. L’impegno di Cidis con i progetti Shamima va in città – dedicati all’empowerment delle donne straniere a rischio di marginalità sociale – ha supportato in maniera duratura non solo le donne provenienti dal subcontinente indiano residenti nell’area, ma anche le loro comunità di appartenenza e soprattutto la scuola che ha ospitato molte delle attività dei precedenti progetti: l’Istituto Comprensivo Via Dei Sesami.

Cidis quest’anno propone un intervento che si muove su tre filoni:

 

Empowerment della scuola e delle famiglie che la frequentano; le attività proposte sono:

incontri interculturali con il corpo docente, allo scopo di fornire gli strumenti per sviluppare delle modalità sistematiche e condivise di gestione dell’accoglienza degli allievi non comunitari e accompagnare loro al successo scolastico.

 

interventi di promozione del coinvolgimento attivo delle famiglie di migranti alla vita scolastica: al fine di mettere le famiglie straniere nella condizione di poter svolgere la funzione educativa che viene loro riconosciuta nel sistema italiano, si propone la realizzazione di uno sportello di informazione e orientamento alle famiglie non comunitarie con il supporto di mediatori culturali nelle lingue con la maggiore presenza a scuola (Bengalese, Indiano, Cinese).

 

Supporto al processo di apprendimento dei bambini di origine straniera; si intendono realizzare:

 

un laboratorio di supporto scolastico che lavori sulle abilità linguistiche comunicative per i neo arrivati e uno di sostegno pomeridiano nello svolgimento dei compiti per casa per gli alunni inseriti da meno di cinque anni nel sistema scolastico italiano.

 

Percorsi di integrazione socio-linguistica per le mamme della scuola e le donne del quartiere; si intende realizzare presso gli spazi messi a disposizione dalla scuola pubblica IC Dei Sesami:

 

un corso di alfabetizzazione socio-linguistica distribuito in tutto l’arco dell’anno scolastico.

per informazioni contattare Cidis Onlus Roma tel. 06483066 – roma@cidisonlus.org

IMPACT CAMPANIA

TESTA

 

IMPACT CAMPANIA ha lo scopo di favorire l’integrazione dei cittadini stranieri sul territorio regionale.

Il progetto è finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione ed è realizzato dalla Regione Campania, capofila, e da un ampio partenariato di enti istituzionali e del terzo settore (Anci Campania, Cantiere Giovani Cooperativa Sociale, CIDIS Onlus, Consorzio La Rada, Cooperativa Sociale Credito Senza Confini, Dedalus Cooperativa Sociale, Less Impresa Sociale, LTM – Gruppo Laici Terzo Mondo, Per Aspera ad Astra Cooperatia Sociale Onlus, Tertium Millennium Società Cooperativa Sociale, Traparentesi Onlus).

 

Il progetto comprende una serie di attività tra loro complementari suddivise in quattro azioni.

L’azione 1, dedicata alla qualificazione del sistema scolastico in contesti multiculturali, vuole sostenere una idea di scuola che sia anche luogo di integrazione tra giovani italiani e stranieri. Si punta a tal fine sul successo accademico dei migranti di prima e seconda generazione anche attraverso pratiche di educazione non formale e al supporto delle famiglie di appartenenza nella loro funzione formativa. Si terranno corsi di italiano, laboratori ludici, artistici e incontri di studio oltre a percorsi di alfabetizzazione digitale e momenti formativi e culturali.

L’azione 2, per la promozione dell’accesso ai servizi per l’integrazione, prevede di qualificare quanto in quest’ambito è già attualmente offerto, migliorando le competenze interculturali degli operatori e incentivando l’innovazione dei processi organizzativi. Sono in programma percorsi di aggiornamento, nuovi centri di informazione, una agenzia di mediazione linguistico-culturale, tavoli tecnici e workshop multidisciplinari.

L’azione 3, incentrata sui servizi di informazione qualificata, vuole contribuire ad affermare l’immagine di una regione multietnica e inclusiva. Si sviluppano a tal fine spazi per l’informazione sulle politiche di integrazione implementate in Campania: il portale stranieriincampania.it, i social network collegati e Radio Ram – radio antenna migrante. Tramite questi strumenti si vuole incrementare, da un lato, il protagonismo civico di cittadini stranieri e seconde generazioni e, dall’altro, consapevolezza generale su politiche, buone pratiche e valore dell’integrazione. Sono in programma inoltre corsi di giornalismo partecipato e di inchiesta e la campagna di informazione itinerante “Campania in tour” che farà tappa in ognuna delle province campane.

L’azione 4 vuole promuovere la maggiore partecipazione delle comunità immigrate ad attività di animazione sociale e narrazione dei cambiamenti sociali sul territorio. Fondamentale sarà  la valorizzazione e il coinvolgimento dell’associazionismo migrante con incontri e l’istituzione di think-tank.

A queste azioni, dirette a migranti di prima e seconda generazione e agli operatori pubblici che con loro si interfacciano, si aggiungono numerose azioni dedicate a studenti, scuole e famiglie per diffondere le buone pratiche e incentivare l’integrazione su tutto il territorio della Regione Campania.

Per informazioni visitare www.stranieriincampania.it

IMPACT UMBRIA

testa

LOGO-IMPACTg

IMPACT: il nuovo progetto per l’Umbria sempre più inclusiva

“IMPACT UMBRIA – Integrazione dei Migranti con Politiche e Azioni Co-progettate sul Territorio”: è questo il nuovo progetto che vede Regione Umbria capofila, in partenariato con ABN A&B Network Sociale, Anci Umbria, Aris Formazione e Ricerca, Cidis Onlus, CSC Cooperativa Sociale, Frontiera Lavoro, Tamat, UNC Umbria.

Le azioni previste dal progetto si dividono in quattro azioni, ognuna incidente su:

 

SCUOLA, con azioni orientate all’empowerment:

– di sistema, per i docenti (formazione e aggiornamento, mediazione a chiamata, consulenza per la progettazione; fornitura di nuovi materiali didattici; apertura di sportelli NAI – Neo Arrivati in Italia)

– degli allievi, attraverso attività di laboratorio (di italiano L2; disciplinari, per gli alunni inseriti da meno di 5 anni; di metodo di studio; dieducazione alla cittadinanza e alla diversità; sperimentali, per la scuola dell’infanzia) e postazioni di co-studying per i ragazzi residenti in centri periferici;

– delle famiglie, con servizi di sportello itinerante (per l’informazione e l’orientamento) e di mediazione a chiamata, e laboratori informatici per i genitori immigrati.

 

SERVIZI: attività di sensibilizzazione, informazione e mediazione rivolte ai migranti (attraverso gli sportelli di immigrazione PUA, i PUA specialistici per i servizi UEPE e USSM, e gli sportelli per la creazione di impresa), oltre ad attività per l’aggiornamento dei mediatori culturali e linguistici e di aggiornamento interculturale per gli operatori del sociale.

 

COMUNICAZIONE: in continuità con il progetto MULTI-AZIONE degli scorsi anni, continuerà l’impegno per comunicare l’integrazione positiva degli immigrati in Umbria, con il portale Umbriaintegra e BlogNIÙ (e i rispettivi canali social). Sempre riguardo il campo della comunicazione, i due progetti saranno affiancati da UMBRIAINTOUR, una nuova iniziativa di sensibilizzazione itinerante per la Regione.

 

RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI: il progetto punta molto sulla partecipazione attiva dei migranti, attraverso le associazioni che li rappresentano. In questo quadro, sono previste attività di Networking e community involvement (con l’estensione del protocollo ANCI associazionismo migrante e l’aggiornamento della mappatura dell’associazionismo, e a livello territoriale con laboratori di rigenerazione umana e animazione con i migranti) nonché di Capacity building delle stesse associazioni (con attività di cooperative building, l’apertura di sportelli informativi delle associazioni, corsi per l’insegnamento di lingue veicolari ed etniche), anche attraverso la loro partecipazione attiva a UMBRIAINTOUR.

 

SCARICA IL PROMOZIONALE

 

Su Umbriaintegra e su Facebook potrete trovare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sugli appuntamenti e sugli eventi del progetto… stay tuned!

bottom

Salute & Intercultura: “aspetti generali e focus sulle Mutilazioni Genitali Femminili”

yy

 

“Salute e Intercultura: Aspetti generali e focus sulle Mutilazioni Genitali Femminili” è il titolo del percorso formativo gratuito, organizzato da Cidis Onlus nell’ambito del Progetto Puzzle, finanziato dal fondo FAMI con capofila la Prefettura di Perugia.

A seguito dell’aumento dei flussi migratori, il nostro territorio ha accolto uomini e donne portatrici di culture e tradizioni proprie che ci sollecitano ad affrontare problematiche nuove, in un’ottica di integrazione. Le sfide che si pongono non sono solo linguistiche, ma di sensibilità e di approccio, soprattutto in un settore come quello socio-sanitario. Il percorso formativo proposto si articola in due giornate formative, ed intende porre l’attenzione su due temi centrali nell’ambito della salute e dell’intercultura.

Nella prima giornata formativa (Mercoledì 27 febbraio) si affronta il tema della comunicazione dal punto di vista dell’incontro medico-paziente, prendendo in considerazione gli aspetti principali della comunicazione, ed elementi di vicinanza e di distanza sociolinguistica e culturale tra popolazione immigrata ed operatori sanitari.

Il secondo (Venerdì 1 marzo) incontro invece, approfondisce il tema delle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF), fenomeno che risulta ancora per la maggior parte poco conosciuto. Il percorso, attraverso il contributo di esperti del settore, propone l’approccio alla problematica specifica nella complessità delle sue manifestazioni, tenendo conto degli aspetti sanitari, antropologici, legali e di quelli legati alla mediazione culturale.

Il corso si svolgerà presso la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica – Loc. Pila (PG).

Destinatari

Il percorso formativo si rivolge a tutte le persone che, a diverso titolo, operano nei servizi pubblici e privati dedicati alla prima e seconda accoglienza dei richiedenti asilo e protezione internazionale.

Per iscriversi:

Compilare la  scheda partecipazione e inviarla a:  eseverini@cidisonlus.org entro il giorno 25 Febbraio 2019.

Percorso Formativo Salute e Intercultura – progetto Puzzle

Ecco un intervento del mediatore culturale Abderamane Berthet, una testimonianza diretta del suo intervento di mediazione con donne vittime di Mutilazioni Genitali Femminili (MFG).

 
 
* Il progetto PUZZLE nasce dalla volontà di potenziare ed ottimizzare il sistema regionale di prima accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e di promuovere e facilitare processi di integrazione dei richiedenti e dei titolari di protezione Internazionale. Realizzato per garantire il miglioramento ed il rafforzamento delle competenze del personale del network pubblico, degli operatori del sistema di accoglienza ed il complessivo sviluppo qualitativo dei servizi offerti, PUZZLE è un progetto di capacity building finanziato dal Fondo Europeo Migrazione e Integrazione 2014-2020, sviluppato in partnership con Anci, A.S.L. 2, Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica e soggetti del
privato sociale, con l’adesione della Prefettura di Terni, della Regione Umbria e della Usl Umbria 1.  

Laboratorio di sartoria a Cassano all’Ionio

Nell’ambito del progetto la Bottega di Lamin Cidis organizza il laboratorio di sartoria a Cassano all’Ionio.

Il lunedì, mercoledì e venerdì fino a fine maggio, Lamin e Teresa sono pronti ad accogliere gli interessati o semplicemente i curiosi in via Ginnasio, 85 c/o il seminario diocesano di Cassano All’Ionio (CS).

Destinatari

Richiedenti asilo e rifugiati accolti nel progetto SPRAR Mar’haba di Cassano All’Ionio, alunni degli istituti scolastici e a chiunque sia interessato a migliorare le proprie competenze in ambito sartoriale.

Il laboratorio

I partecipanti contribuiranno a ideare una nuova linea di oggettistica e abbigliamento da presentare in occasione dell’evento finale che prevede l’esposizione delle creazioni e… una sfilata di moda! Tutte le creazioni saranno raccolte in un catalogo per valorizzare i prodotti della Bottega di Lamin.

Obiettivo

Il laboratorio mira a valorizzare l’apporto che i migranti offrono alla comunità di accoglienza favorendone l’incontro con la popolazione autoctona grazie all’apertura di un luogo di scambio e di condivisione, uno spazio di inclusione sociale, integrazione e innovazione.
locandina bottega di lamin

 

Il 10 novembre “Uniti e solidali contro il Governo, il razzismo e il Decreto Salvini”

header_i10n

Sabato 10 novembre è in programma la manifestazione nazionale “Uniti e solidali contro il Governo, il razzismo e il Decreto Salvini“. Questa giornata sarà un’occasione per reagire all’escalation razzista che sta investendo l’Italia e per dimostrare che esiste un’Italia diversa, che ha a cuore i diritti e le libertà di tutti.

Si manifesterà in maniera pacifica ed accogliente per:

  • Per il ritiro immediato del Decreto immigrazione e sicurezza varato dal governo. NO al disegno di legge Pillon.
  • Accoglienza e regolarizzazione per tutti e tutte.
  • Solidarietà e libertà per Mimmo Lucano! Giù le mani da Riace e dalle ONG.
  • Contro l’esclusione sociale.
  • No ai respingimenti, alle espulsioni, agli sgomberi.
  • Contro il razzismo dilagante, la minaccia fascista, la violenza sulle donne, l’omofobia e ogni tipo di discriminazione.

Vuoi partecipare? Ecco come:

Paga un posto in pullman ad un manifestante:

Con il tuo contributo permetti a chi è sfruttato, precario, sottopagato, disoccupato di partecipare alla manifestazione nazionale del 10 novembre.

20 € per un posto in pullman: dal sud al nord Italia, molti territori vogliono organizzare i pullman per portare la voce meticcia, solidale e antirazzista a Roma mentre in Parlamento si attua la conversione in legge del famigerato Decreto Salvini. Non tutti hanno i mezzi economici per farlo. Sostieni il loro viaggio, dai la possibilità di partecipare alla manifestazione nazionale. Dona qui.

facebook-bus- invisibili - Copia

 Parti!

La mappa della Manifestazione

Condividi la tua presenza sulla pagina FB della manifestazione utilizzando gli hashtags #indivisibili #10novembre #NoDLSavini

Per informazioni e adesioni: 10novembre18@gmail.com