LAVORA PER CIDIS

Nell’ambito di processi di riorganizzazione aziendale, al fine di adempiere agli obblighi di legge (L’articolo 18 della legge 68/1999 ) CIDIS ricerca

Persone appartenenti alle seguenti categorie protette:

  • orfani e coniugi superstiti di coloro che siano deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio, ovvero in conseguenza dell’aggravarsi dell’invalidità riportata per tali cause;
  • figli e coniugi di soggetti riconosciuti grandi invalidi per causa di guerra, di servizio e di lavoro;
  • profughi italiani rimpatriati, il cui status è riconosciuto ai sensi della L. 763/81;
  • vittime di atti di terrorismo o della criminalità organizzata o loro familiari superstiti e categorie a queste equiparate.

Da assumere con le funzioni di Educatori, Tecnici dell’Accoglienza, Orientatori, Addetti ai servizi informativi, segreteria, amministrativi, addetti alle pulizie, animatori sociali, mediatori culturali

Sedi di lavoro: Napoli, Caserta (e Provincia), Perugia, Foligno, Terni, Provincia di Cosenza (Sibaritide)

SOFT SKILLS SPECIFICHE

Responsabilità, integrità, onestà e trasparenza

Flessibilità e atteggiamento dinamico e proattivo

Ottime doti di comunicazione e di relazione in ambiente multiculturale

forte attitudine al lavoro di squadra, disponibilità, creatività

ALTRO

Condivisione della mission e dei principi di CIDIS

Disponibilità immediata

Disponibilità ad effettuare trasferte sul territorio nazionale qualora ritenuto necessario

Per candidarsi cliccare su COLLABORA e compilare i campi non dimenticando di allegare CV , lettera motivazionale e attestazione.

Prossimi appuntamenti con Remì

Il 28 e il 31 gennaio due appuntamenti da non perdere realizzati da CIDIS nell’ambito del progetto Remì – Reti per il contrasto alla violenza sui minori migranti.

Venerdì 28 Gennaio, dalle 10 alle 13, il primo appuntamento con il webinar “Il ruolo della mediazione linguistico culturale : obiettivi, funzioni e modalità di intervento” condotto dalla dott.ssa Annagrazia Faraca.

Il webinar intende approfondire la mediazione culturale-linguistica, un dispositivo utilizzabile dalle istituzioni pubbliche e private finalizzato a favorire le pari opportunità, la tutela dei diritti riconosciuti dallo Stato e l’accesso e fruizione ai servizi pubblici/privati. Attraverso una metodologia che punta all’ascolto, alla conoscenza, all’orientamento e all’empowerment di tutti i soggetti coinvolti, che consente di intercettare i bisogni espressi dalla popolazione migrante, di orientare e supportare gli operatori dei servizi pubblici e privati nella risposta a tali bisogni, di tenere conto delle necessità della società d’accoglienza, la mediazione culturale-linguistica punta a favorire una gestione consapevole dei rapporti reciproci tra tutte le parti in causa. La mediazione è uno strumento proficuo che consente ai cittadini di comunicare e dialogare in uno “spazio condiviso” che garantisca giustizia sociale, tuteli la diversità, rafforzi la democrazia. La giornata formativa prevede la testimonianza diretta del mediatore linguistico-culturale Bakari Coulibaly.

Per iscriversi al webinar, che si terrà su Zoom, è necessario compilare il modulo di iscrizione disponibile al seguente link entro le ore 16.00 del 27 gennaio.

Lunedì 31 Gennaio, dalle 15 alle 18, il secondo appuntamento con il webinar “La povertà educativa e i minori migranti. Possibili orizzonti di intervento tra vecchie e nuove disuguaglianze” condotto dalla dott.ssa Giordana Curati.

Il webinar intende illustrare l’aspetto multidimensionale della povertà educativa tra i minori migranti e il forte legame con i divari socio-culturali che della povertà educativa sono premessa ed effetto. Attraverso un’analisi delle condizioni di vita che caratterizzano le famiglie immigrate e, al contempo, delle esigenze sempre più importanti in termini di sviluppo emotivo e cognitivo del minore, si proverà ad individuare quali risorse le istituzioni più coinvolte dovrebbero e potrebbero mettere in campo per compensare i danni della povertà educativa e ridurre i rischi che la produzione sistemica della disuguaglianza sociale provoca.

Per iscriversi al webinar, che si terrà su Zoom, è necessario compilare il modulo di iscrizione disponibile al seguente link entro le ore 16.00 del 28 gennaio.

La partecipazione ad entrambi i webinar è completamente gratuita ed aperta a professionisti del pubblico e del privato sociale.

PendingWebEvent – Ciclo di webinar su promozione e tutela della salute mentale

Nell’ambito del progetto Pending, Cidis Onlus promuove il ciclo di webinar “Migrazioni, relazioni interculturali, vulnerabilità psichiche: contesti di riferimento e modelli di intervento tra dinamiche istituzionali e risorse territoriali”, un percorso di formazione ed aggiornamento rivolto professionisti che operano all’interno dei Servizi Sanitari Territoriali con attenzione ai Servizi di base, di prossimità e di comunità, considerati nella loro interezza, il tramite tra la medicina e la psichiatria: Medicina di Base, Unità Operative Materno Infantili (U.O.M.I.), Consultori, Pediatria, Infermieri, Psicologi, Psichiatri, Psicoterapeuti, Farmacisti, Counselor, Educatori Professionali, Assistenti Sociali.

Il percorso è aperto all’iscrizione di: operatori dei centri di accoglienza e mediatori culturali.

Programma dei webinar

La partecipazione è gratuita.
Saranno rilasciati attestati di partecipazione
Le iscrizioni dovranno pervenire esclusivamente tramite la compilazione ed invio del modulo online al seguente link https://docs.google.com/forms/d/1415IAYea_nEUTBhPzDHTnn5F2Z1fG43cbS5QBorD67Q/edit

PendingWebEvent – Ciclo di webinar in comunicazione interculturale

Nell’ambito del progetto Pending, Cidis Onlus promuove ed è lieta di invitarvi al ciclo di webinar “La presa in carico delle vulnerabilità nei contesti migratori”, un percorso di formazione ed aggiornamento in comunicazione interculturale rivolto agli operatori sanitari che si confrontano con un milieu multiculturale nel proprio servizio, con particolare attenzione a coloro che svolgono interventi nell’ambito della relazione di cura e dell’accoglienza e che desiderino potenziare le proprie competenze di interazione interculturale, migliorando le strategie comunicative e la relazione d’aiuto con migranti e con gruppi vulnerabili.

Il percorso è aperto all’iscrizione di: operatori dei centri di accoglienza, docenti di italiano L2 che operano nei CPIA o nel Privato Sociale, mediatori culturali.

Sono previsti interventi di: sociologi, antropologi, operatori legali, etnopsichiatri, consulenti e formatori in comunicazione interculturale.

Programma dei webinar

La partecipazione è gratuita.

Saranno rilasciati attestati di partecipazione
Le iscrizioni dovranno pervenire esclusivamente tramite la compilazione ed invio del modulo online al seguente link https://docs.google.com/forms/d/1vy73L0N75fHDcSkcvF0LZeoJ7ZfBNhhZcMo_StZ93PM/edit

Tecnico della mediazione interculturale

Pubblicata la graduatoria degli ammessi alle fasi di selezione per partecipare al percorso formativo C.A.ME. IN., finanziato dal PON Inclusione FSE 2014-2020-Progetto “PIÙ SU.PR.EME” .

Il percorso ha l’obiettivo di professionalizzare e favorire l’inserimento lavorativo della figura professionale di tecnico della mediazione interculturale così come definito nel repertorio regionale delle qualificazioni delle competenze della Regione Calabria.

Il Mediatore Interculturale è un operatore sociale che facilita la comunicazione tra individuo, famiglia e comunità nell’ambito delle azioni volte a promuovere e facilitare l’integrazione sociale dei cittadini immigrati.

Il corso si svolgerà presso la sede di Promidea Impresa Sociale in via Nestore Mazzei a Corigliano-Rossano (CS) e sarà articolato in 500 ore, di queste 300 di formazione d’aula specifica e di base, 50 ore di laboratori linguistici di lingua italiana e di inglese e 150 ore di tirocinio presso organismi pubblici e privati.

Gli ammessi alle selezioni sono convocati nei seguenti giorni:

18.01.2022 ore 10,00 – presso la sede sita in Via Corrado Alvaro, 31 – 87036 Rende (CS) per lo svolgimento del Test accertamento competenze linguistiche

19.01.2022 ore 10,00 – presso la sede sita in Via Corrado Alvaro, 31 – 87036 Rende (CS) per lo svolgimento dei colloqui motivazionali e di valutazione competenze professionali “in ingresso”

Elenco degli ammessi

Il progetto è gestito Promidea Impresa Sociale (capofila di progetto) in partenariato con C.I.D.I.S. Onlus, Theorema di Oscar Durante & c s.a.s, Midia Società Cooperativa a responsabilità limitata, Promidea Cooperativa Sociale, IAL – Innovazione Apprendimento Lavoro Calabria Impresa Sociale, Associazione La Forma.