La Bottega di Lamin e Teresa al Museo di Sibari

foto 5

In occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, il Museo nazionale archeologico della Sibaritide (Mu.N.A.S) in collaborazione con Cidis Onlus hanno organizzato un incontro con la cittadinanza per favorire il confronto sui temi dell’inclusione e dell’integrazione.
L’evento si è concluso con la presentazione della collezione di abiti cuciti a mano nella Bottega di Lamin e Teresa, progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, inaugurata in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato a Cassano All’Ionio. La Bottega è diventata un vero e proprio luogo di aggregazione per: le anziane signore del quartiere, le alunne dell’IIS “Erodoto Di Thurii”, i ragazzi diversamente abili dell’associazione il “Sorriso” e i cittadini stranieri.
Lamin e Teresa impegnati nella campagna itinerante di promozione delle loro nuove creazioni sartoriali hanno portato in scena la sfilata con gli abiti della nuova collezione, nati per valorizzare le persone e per celebrare le diversità nonché il potenziale espressivo e le abilità di coloro che partecipano alla produzione della linea di abbigliamento.
La moda proposta narra storie di terre lontane e vicine che riscrivono la storia di una città come quella di Cassano All’Ionio che accoglie nuovi e vecchi cittadini.
La giornata al museo ha favorito l’incontro e il dialogo con le nuove generazioni veicolando con la sfilata di moda un messaggio visibile e concreto del concetto di pari opportunità per la costruzione di una società inclusiva.