L’antidiscriminazione è di moda – La biblioteca vivente online

Online la Biblioteca Vivente, realizzata nell’ambito del progetto “L’antidiscriminazione è di moda”, per promuovere il dialogo tra nuovi e vecchi cittadini abbattendo gli stereotipi e promuovendo una convivenza basata sulla conoscenza e il rispetto della diversità.

Qui potrai consultare libri speciali, ovvero persone, disposte a far girare le pagine della propria vita e a condividerla con i visitatori.

La biblioteca vivente raccoglie storie di cittadini italiani e stranieri che abitano in Calabria e che raccontano la loro storia legata al fenomeno dell’immigrazione in Italia. Nuovi cittadini che hanno intrapreso un viaggio e che adesso si sentono a casa in Italia, persone che lavorano nel settore dell’accoglienza, esperti del settore che lottano per i diritti e le pari opportunità dei cittadini stranieri, ragazzi nati in Italia o arrivati da piccoli. Tutti compongono il volto della nuova Calabria.

Ognuno con la sua storia racconta le sue esperienze legate all’immigrazione, al viaggio e all’accoglienza e diventa testimonial di una campagna di comunicazione contro tutte le forme di razzismo e discriminazione. Abbattiamo i pregiudizi!  

copertina biblioteca vivente3_

 

“Mediterraneo” di Yaya Karambiri

 

 

Yaya viene dalla Costa D’Avorio ed è accolto nel progetto SIPROIMI di Cassano All’Ionio. Yaya ha una passione per la scrittura. Con una sua poesia “Mediterraneo” ci racconta l’esperienza del suo viaggio senza ritorno in mare.

Ha solo 20 anni ma ha già dovuto affrontare la paura in mare sperando di riuscire a mettersi in salvo. Costretto a scappare non sapeva cosa lo avrebbe atteso nella Terra che lo avrebbe accolto e di cui non conosceva neanche il nome.

Lo attendeva una nuova vita e un luogo accogliente “dove ancora crescono i fiori sulla mano delle persone, dove non conta la religione, il colore della pelle e dove tutti vengono accolti”.

Un bagaglio di esperienze messe a disposizione della comunità, in cui i rifugiati vengono accolti, che viene arricchita da nuove storie e culture.

 

 

“Il razzismo non è una favola” di Maurizio Alfano

 

Maurizio Alfano è un autore di libri e ricerche sul fenomeno delle migrazioni.

Con il suo libro “Il razzismo non è una favola” ci ricorda che gli atti di discriminazione che si consumano quotidianamente nel razzismo delle leggi, nel linguaggio verbale e nei comportamenti sono atti contrari alla natura! Una natura che ci dice che i confini dividono ciò che per stessa natura nasce per stare unito il genere umano. 

Il libro, parafrasando i Promessi Sposi, narra della storia di Renzo, un rosso pomodoro, e Lucia, una bionda spiga di grano, che intraprendono un viaggio per raggiungere la Calabria. Giunti in Italia, finiscono per costituire un piatto che amalgamando sapori e gusti diversi di alimenti e ortaggi diversi tra loro diventa qualcosa che esalta la ricchezza della diversità.

 

“Siamo sempre lo straniero di qualcun altro” di Houda Bouiry

Houda Bouiry ha origini marrochine ed è arrivata in Italia nel 2008. 

Decide di trasferirsi in Calabria, a Cassano All’Ionio, dove conosce suo marito e l’associazione Cidis Onlus con la quale avrebbe iniziato a collaborare.

Le piace aiutare i cittadini stranieri che arrivano in Italia lottando per i loro diritti. “Non si abbandona mai la propria identità e quelle che sono le tradizioni del proprio Paese”. Per cui le piace condividere i piatti tipici del Marocco con parenti e amici e apprezza la cucina italiana. 

“L’inclusione è possibile se ci crediamo tutti!”

“Dona a chi ami motivi per restare” di Torab Halimzai

Torab è arrivato in Italia come minore straniero non accompagnato.

Al compimento della maggiore età è stato accolto nel progetto SPRAR di Cassano All’Ionio. Il suo percorso di accoglienza lo ha portato a fare nuovi amici e ad iniziare a lavorare come mediatore culturale.

Adesso vive con Debora, Pierpaolo e la piccola Carola. Le prime persone che ha incontrato a Cassano e che hanno deciso di aprire le proprie porte. Torab ha trovato persone che gli vogliono bene e che gli hanno dato un motivo per restare! 

 

“Cittadino del mondo” di Claudio Bloise

Claudio è un operatore legale. Lavora nel progetto SIPROIMI di Cassano All’Ionio e offre consulenza a cittadini stranieri anche grazie ad un’attività di sportello. Lavorare a fianco dei cittadini stranieri soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria non è stato semplice.

Claudio ha avuto modo di conoscere le storie di persone che provengono da altri paesi che gli ha dato l’opportunità di aiutarli nel loro percorso burocratico permettendogli al tempo stesso di viaggiare nel mondo anche stando fermo nello stesso posto. Per questo si sente “cittadino del mondo”.
 

“Italiano o Marocchino?” di Ayoub Boutahar

Ayoub è arrivato in Italia quando aveva 5 anni. Vive a Castrovillari con la sua famiglia. I primi giorni di scuola non sono stati facili per lui. Non conosceva la lingua e quando parlava gesticolava. A scuola ha incontrato diverse persone amiche. Molte delle persone con le quali ha stretto amicizia non sono italiane perché hanno lo stesso modo di vivere la vita… divertendosi con poco!

Ha deciso di intraprendere la carriera del parrucchiere e ha aperto un negozio con un suo amico. E’ sempre grato all’Italia per la sua accoglienza.


 

I Video-Libri sono coperti da copyright e sono di proprietà dell’UNAR.

 

 

Ogni libro può essere stato vittima di discriminazione e pregiudizi! Fai la differenza!

SI alla conoscenza

NO ai pregiudizi

#IONONDISCRIMINO

#withrefugees

Vuoi raccontare la tua storia? Scrivi a nbellizzi@cidisonlus.org