CASA CIDIS

7 Giu 2022

Progetto: In corso
CASA CIDIS

CASA CIDIS è una casa vacanze che ha aperto le sue porte nel 2019 a Napoli e che nel 2020, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, è rimasto un luogo vivo e accogliente. è un progetto di co-housing sociale innovativo e sperimentale, che coniuga l’accoglienza di categorie vulnerabili con l’accoglienza turistica.

CASA CIDIS si compone di 3 appartamenti che possono accogliere fino ad un massimo di 21 turisti/viaggiatori, posti al piano terra della struttura a Via Stefano Brun 1, Napoli, dove CIDIS gestisce laboratori ludico-ricreativi didattici, corsi di lingua italiana, eventi di
sensibilizzazione e sportelli di orientamento e assistenza in ambito legale, sanitario, scolastico e segretariato sociale.

CASA CIDIS è nata con l’obiettivo di offrire un sostegno temporaneo a persone in condizioni socioeconomiche svantaggiate, in particolare giovani migranti, e garantire il diritto di alloggiare in una casa dignitosa in un contesto di aggregazione e integrazione sociale.

La struttura ricettiva è difatti gestita da dipendenti e da migranti che si assistono a vicenda nello svolgimento dei vari compiti necessari per mantenere in funzione l’attività di ricezione turistica. Questi compiti includono l’accoglienza dei visitatori, pulire le camere, la cucina e le aree comuni, assistere a laboratori e lezioni di italiano e fornire qualsiasi altra assistenza che gli ospiti potrebbero richiedere.

A CASA CIDIS i giovani migranti hanno la possibilità di vivere negli alloggi della struttura per un periodo di 6 mesi durante i quali tutor e operatori sociali/educatori li aiutano a realizzare i loro obiettivi di vita e li accompagnano verso le responsabilità adulte (trovare un lavoro, affittare una casa, pagare le bollette e tenere traccia delle loro stato giuridico e sanitario). Ma il progetto vuole dare particolare importanza soprattutto alla socializzazione: i ragazzi vivono a pieno e sono coinvolti in tutte le attività che si svolgono a Casa CIDIS e così possono stabilire relazioni con gli altri migranti, gli operatori, i volontari, gli ospiti della Casa Vacanze e vicini.

Inoltre, le attività che svolgono durante la loro collaborazione alla gestione della struttura extra-ricettiva mirano a sviluppare non solo competenze professionali nel settore turistico/ ricettivo, ma anche competenze trasversali come comunicazione, problem solving, spirito di iniziativa, che possono esercitare in diversi contesti di vita.

Nel 2020 CASA CIDIS ha accolto due ragazzi, 1 di origine somala e 1 di origine maliana che hanno contribuito alla gestione della casa vacanze, svolgendo mansioni che vanno dall’allestimento degli appartamenti, alla manutenzione degli spazi condivisi, al check-in e al check-out e all’accoglienza degli ospiti. Per i turisti che decidono di soggiornarvi.

CASA CIDIS offre un’esperienza di immersione culturale unica che non può essere vissuta in nessun’altra parte: gli ospiti possono infatti conoscere e condividere in prima persona le
esperienze di culture diverse e promuovere l’unità globale, partecipare ad eventi laboratori culturali, lezioni di italiano, presentazioni di libri di autori stranieri, feste multiculturali.

Durante il 2020 CASA CIDIS ha ospitato 44 turisti, principalmente di nazionalità italiana, albanese, spagnola, algerina e maliana, che hanno apprezzando il piacere di vivere in un luogo dotato di comfort, e di calda atmosfera multiculturale.

La gestione di una Casa per Vacanze ha permesso a CIDIS di affiancare ai tradizionali servizi socio-educativo assistenziali per i cittadini di paesi terzi in condizioni svantaggiate, un nuovo strumento per realizzare i propri scopi sociali di inserimento lavorativo (orientati al recupero e/o allo sviluppo di abilità e competenze da spendere nel mondo del lavoro,
e al rafforzamento dell’aspetto relazionale e comunicativo funzionali allo scopo), nonché di altre iniziative per l’integrazione sociale, il tempo libero, la cultura, il turismo sociale, attività di
sensibilizzazione e animazione delle comunità locali entro cui opera finalizzate a renderle più consapevoli e disponibili all’attenzione e all’accoglienza di persone straniere. L’attività di
ricettività turistica ha permesso all’Associazione lo sviluppo di una sostenibilità finanziaria necessaria ed utile alla realizzazione degli scopi sociali, nonché il potenziamento delle possibilità di cooperazione con altri enti, imprese sociali e organismi del Terzo Settore, su scala locale, nazionale e internazionale.